Difficoltà nell’implementare la strategia di Marketing Automation? Ecco come superare i principali ostacoli al tuo successo

Vuoi implementare una strategia di Marketing Automation nella tua azienda retail? Scopriamo insieme come superare i principali ostacoli che potrebbero presentarsi.

Dalla nostra ricerca "Trend e sviluppi del Digital Marketing in ambito Retail" condotta insieme a Boraso, è emerso che ben il 46,15% degli intervistati ha indicato le attività di Marketing Automation tra le maggiori priorità aziendali.

Approcciare una strategia di Marketing Automation è piuttosto semplice se si è in grado di superare gli ostacoli più comuni. In questo articolo ti presentiamo le difficoltà riscontrate spesso dai marketer e come superarle con successo.

Implementare una strategia di Marketing Automation a livello aziendale

Se implementare un sistema di Marketing Automation all’interno di un solo reparto può essere piuttosto semplice, potrebbe risultare più difficile estenderlo tra le diverse unità aziendali.

Il successo di un programma di Automation a livello aziendale dipende dalla “maturità digitale” dell’organizzazione stessa. Le aziende che riescono a passare attraverso la Digital Transformation, e ad adottare tutte le strategie che ne conseguono, si troveranno più avvantaggiate rispetto coloro che non hanno ancora abbracciato il cambiamento.

Non sai ancora come avviare la Digital Transformation nella tua azienda retail? Abbiamo preparato per te l’e-book gratuito “Digital Transformation nel settore Retail. La trasformazione per la nuova realtà del commercio” che ti guiderà verso la definizione della tua strategia.

Accesso limitato ai dati

Un’altra sfida comune a molte aziende è l’accesso limitato ai dati necessari per ottimizzare tutte le attività di Marketing Automation. I cosiddetti “data silos” sono ancora molto diffusi in tante organizzazioni e i proprietari dei dati sono spesso restii a fornire al Marketing l’accesso ai dati dei Clienti.

Il consiglio per i marketer, in questo caso, è il dialogo: è importante far sapere ai team di prodotto e ai tecnici perché si ha bisogno dei dati e di quali nello specifico si intende coinvolgere nella Marketing Automation. Ciò può implicare la definizione degli obiettivi comuni (e di eventuali limiti nell’utilizzo dei dati) in modo che le altre business unit possano condividere il successo dell’iniziativa di Marketing Automation.

Garantire un'esperienza utente coerente e senza interruzioni

Garantire un’esperienza coerente e senza interruzioni per i Clienti è fondamentale e alla base di ogni strategia Omnichannel, ormai imprescindibile nello scenario moderno. Un’esperienza seamless è ancora un lontano miraggio per molte aziende, ma è una caratteristica che i Clienti si aspettano e che è bene soddisfare.

Per ottenere questo obiettivo è fondamentale mappare accuratamente il Customer Journey dei Clienti e avere una migliore comprensione dei loro desideri e aspettative. Per fare ciò si può partire da opportune survey strutturate anche nell’ottica di impostare una strategia di Ecommerce Marketing Automation, acquisendo le preferenze circa le informazioni che i Clienti desiderano ricevere e determinando la frequenza ottimale delle comunicazioni. Con questi dati a disposizione, i marketer saranno più un grado di controllare quando e come coinvolgere i Clienti.

Un’esperienza senza soluzione di continuità presuppone che i dati provenienti da tutti i touchpoint fluiscano in un unico sistema in modo tale da poter segmentare il proprio pubblico in modo dinamico e sulla base del comportamento utente. Questo aiuterà di gran lunga le comunicazioni di marketing, le quali risulteranno molto più pertinenti per ciascun Cliente e renderanno le esperienze nel complesso più trasparenti.

Calcolo del ritorno sull'investimento (ROI) della Marketing Automation

Dato che le attività di Marketing Automation spesso coinvolgono più punti di contatto, può risultare più complesso calcolarne il ROI.

Avere a disposizione un cloud di marketing o un ecosistema che rende più semplice attribuire le conversioni dalle attività automatizzate può essere una valida soluzione. Un altro approccio, si focalizza sul calcolo del Customer Lifetime Value (CLV) e di non focalizzarsi strettamente sul ROI.

Trend e sviluppi del Digital Marketing in ambito Retail

Trend e sviluppi del Digital Marketing in ambito Retail

Scarica il report