Misura queste 5 metriche per il successo nell'assunzione e gestione dei dipendenti

Un'organizzazione è tanto di successo quanto i suoi talenti, per questo trovare e assumere il meglio è di vitale importanza.

Secondo il 2018 Global Assessment Trends Report del Corporate Executive Board solo il 49% degli intervistati indica di utilizzare opportune metriche all'interno dei propri programmi di assunzione e gestione dei dipendenti. Ciò significa che non si riesce ancora a stabilire una connessione tra la misurazione delle metriche del talento e l'utilizzo dei dati per prendere decisioni di assunzione e per valutare le performance aziendali.
Di seguito riportiamo le principali metriche da tenere in considerazione.

Talent mobility

Si tratta di una metrica che tiene traccia della mobilità dei dipendenti internamente l’azienda o verso l’esterno. Le opportunità di mobilità interna sono auspicabili e sono spesso un requisito per mantenere in azienda le persone che sono costantemente alla ricerca di nuove sfide. Il modo migliore per misurare la mobilità dei talenti è la durata media dei contratti a termine.

Talent turnover

Il turnover dei talenti all’interno dell’azienda è per definizione un fenomeno indesiderato. I talenti sono persone che hanno un alto potenziale futuro ed è importante formarle in modo che possano essere ancora più preziose in futuro per l’organizzazione.

Talent distribution

La Talent distribution fornisce gli insight per avere una preziosa panoramica di come è composto il pool di talenti all’interno dell’azienda. Questo permette di strutturare la migliore strategia di Talent Management. Per definire al meglio questa metrica è possibile guardare a variabili demografiche come età, nazionalità, sesso e così via. Per esempio, se l’età media del talento aziendale sta aumentando, si può valutare l’idea di orientare l’effort sul recruiting di conseguenza.

High-potential talent

Un altro importante esempio di metrica di gestione del talento da tenere in considerazione è quale percentuale della forza lavoro si qualifica come talento. Alcune organizzazioni riducono questa percentuale a un numero fisso. Questo può avere senso in quanto costringe l’azienda stessa a selezionare solo i dipendenti migliori come i talenti attualmente assunti.

Costo di assunzione

Le metriche di recruiting più tradizionali possono essere facilmente applicate al proprio pool di talenti. Il costo di assunzione è un esempio perfetto: misura il costo totale dell’assunzione di un nuovo dipendente, includendo il posizionamento degli annunci, i costi di approvvigionamento, il tempo investito da manager e recruiter e così via.

Training spend

Le risorse legate alle attività di formazione sono importanti parametri del Talent Management. I talenti sono persone con un elevato potenziale di crescita e abilitare il percorso verso il miglioramento attraverso opportune attività di sviluppo è un requisito necessario.

Il Training spend può essere definito come il numero di giorni necessari alla formazione o l’importo totale investiti. Queste metriche possono apparire complicate perché i costi di formazione interni, a differenza di quelli esterni, sono di solito misurati in modo regolare.

Exit interview

L’ultima metrica, ma non meno importante, da tenere in considerazione è la cosiddetta exit interview. Ogni organizzazione deve sapere i motivi alla base che hanno spinto un talento ad accettare un nuovo lavoro. Conoscere le cause comuni del turnover aiuta a prevenire ulteriori perdite di talenti interni.

Tuttavia le exit interview standardizzate sono piuttosto rare. Spesso si tende a raccogliere informazioni qualitative che offrono sì un input prezioso, ma tecnicamente non rappresentano delle vere e proprie metriche. Alla fine di raggiungere uno standard è possibile lavorare con dei questionari ad hoc.

Conclusioni

La consapevolezza di tenere traccia delle principali metriche legate al Talent Management abilita i recruiter, e l’azienda in generale, a prendere opportune decisioni di assunzione e valutare al meglio le performance aziendali sulla base dei talenti acquisiti.

Talent Management. Le best practice per un’efficace gestione dei talenti

Talent Management. Le best practice per un’efficace gestione dei talenti

Scarica l'eBook