Il trasferimento della conoscenza e l'integrazione culturale sono il segreto per gli obiettivi di vendita dei tuoi negozi

L’Onboarding è un processo strutturato che permette di influenzare il raggiungimento degli obiettivi di vendita dei negozi.

Gli addetti alle vendite dei negozi Retail dovrebbero essere in grado di offrire ottime performance per l’Azienda quasi immediatamente. Ma affinché i neo assunti possano raggiungere gli obiettivi di vendita del negozio, è necessario che si sentano sicuri e perfettamente inseriti all’interno dell’ambiente lavorativo.

La chiave del successo? Considerare l’Onboarding come un processo strutturato che non si esaurisce al termine del primo giorno di lavoro del neo assunto. Per garantire un tempo più rapido al raggiungimento della produttività richiesta dall’ambiente delle vendite al dettaglio, è opportuno concentrarsi su due obiettivi principali: trasferimento della conoscenza e integrazione culturale. Scopriamo insieme i consigli utili per entrambi gli aspetti.

Trasferimento della conoscenza

  1. Usa supporti digitali. La nuova forza lavoro addetta alla vendita appartiene sicuramente alla generazione nativa digitale ed è fondamentale comunicare con le modalità e i canali più appropriati. Evita inutili plichi cartacei e assicurati di inviare tutte le informazioni relative alla tua azienda (storia, valori, filosofia e policy del Brand) via email. Allo stesso modo assicurati che anche i materiali utili al training siano reperibili attraverso un PC o, ancora meglio, lo smartphone.
  2. Crea una checklist digitale. Stabilisci una “tabella di marcia” step by step per permettere al nuovo dipendente di seguire il programma di inserimento nel modo più corretto possibile.
  3. Microlearning. Crea pillole di formazione su tutto ciò che riguarda il Brand e le attività lavorative che possano essere fruite efficacemente in tempi rapidi.
  4. Conoscenza del prodotto. Ricordati che il Cliente di oggi ha alte esigenze in merito alle sue esperienze di shopping e si aspetta che gli assistenti di vendita sappiano consigliarlo al meglio sui prodotti presenti a scaffale. Per questo motivo, assicurati che nei materiali di formazione siano incluse tutte le specifiche dei prodotti in vendita, i servizi correlati più rilevanti e le eventuali promozioni disponibili.

Integrazione culturale

  1. Comincia per tempo. Un Onboarding efficace ha inizio ben prima dell’arrivo effettivo del neo assunto sul punto vendita. Assicurati di preparare un’apposita mail di benvenuto che includa tutti i riferimenti del negozio, il dress code da avere, le principali figure con cui il neo assunto dovrà interagire. Definisci poi l’agenda del primo giorno di lavoro con tutte le attività e gli aspetti, burocratici e operativi, che verranno affrontati.
  2. Assegna al neo assunto il proprio Buddy aziendale per favorire il processo di integrazione all’interno dell’azienda e per velocizzare il raggiungimento dell’autonomia operativa.
  3. Branding. Assicurati di comunicare tutti gli aspetti fondamentali dell’Azienda a partire dalla Mission e Vision per permettere al nuovo arrivato di abbracciare completamente la filosofia del Brand.
  4. Favorisci le relazioni. Fissa delle riunioni informali tra il personale del negozio per consolidare il Team. Schedula inoltre dei meeting one-on-one ricorrenti in modo tale da raccogliere tutti i feedback sull’esperienza di Onboarding da parte del neo assunto.

Conclusioni

Un buon processo di Onborarding garantirà il match perfetto tra il nuovo assunto e il tuo Brand. Se eseguito correttamente, assicurerai un ambiente lavorativo positivo che permetterà alla nuova forza lavoro di performare al massimo delle potenzialità e di raggiungere gli obiettivi di vendita più velocemente.

Onboarding del neo assunto

Onboarding del neo assunto

Scarica l'eBook