ROGER ABRAVANEL

ROGER ABRAVANEL

ROGER ABRAVANEL

(Mckinsey)

Director emeritus

Meritocrazia valore di riferimento di tutto il percorso personale e professionale di Roger Abravanel

Nato in Libia, suo padre imprenditore di successo diventa  profugo causa le  persecuzioni antisemite in Libia  (come in tutti i paesi arabi). Non può approfittare dei vantaggi della famiglia e deve farsi da solo grazie ad una istruzione eccellente e una carriera sempre impostata sulla ricerca della eccellenza.

Ingegnere (Politecnico di Milano a pieni voti), a 21 anni più giovane ingegnere d’Italia per due anni di fila .

A 23 anni brevetta una valvola che diventa una piattaforma per la nascita del mercato del condizionamento auto in Italia e un business che 20 anni dopo un suo collega in Mckinsey studia per un’acquisizione da 130 modi di lire.     

L’istruzione eccellente prosegue con MBA INSEAD (grazie a una borsa di studio) ed è il primo italiano a entrare nella “lista del rettore” (i 5 migliori del corso di 250).

A 25 anni entra in Mckinsey, a 35 anni alla McKinsey in Italia, Europa, Asia, USA, America Latina e Medio Oriente. Dal 2006 Director Emeritus della stessa Mckinsey.

Negli ultimi 15 anni ha fatto parte di consigli di amministrazione di prestigiose società  internazionali quotate al NYSE (Teva Pharma, Luxottica), LSE (Admiral), NASDAQ (Caesar stone, Genenta), Telaviv Stock exchange  (Phoenix) e di aziende private italiane (Esselunga, Coesia e Yamamay). E’ membro del CDA della BNL/BNP.

Advisor di fondi private equity e venture capital e imprenditore high tech in Europa e Israele.

Ha contribuito alla fondazione di Genenta, la prima startup italiana quotata al Nasdaq a dicembre 2021 ed ha fondato Digitail una J/V nell’ecommerce con COOP che è diventata in poco tempo un modello di successo dello ecommerce Food italiano.

Autore di: “Meritocrazia”, “Regole”, “Italia cresci o esci!”, “La ricreazione è finita!”, Aristocrazia 2.0, la nuova elite per salvare l’Italia”. I ricavi dei suoi saggi sono versati in beneficenza (borse di studio). Dal 2008 è editorialista del Corriere della Sera.

E’ membro dell’Advisory Board del Politecnico di Milano e Presidente dell’INSEAD Council in Italia. Nel 2010, in occasione del 50nario della fondazione della stessa INSEAD è stato selezionato tra i 40000 alunni come uno  tra i “50  che hanno cambiato il mondo”, l’unico italiano.