La storia di Löwengrube diventa un romanzo

La storia di Löwengrube diventa un romanzo

Il libro “Una vita da leoni” sulla catena italiana di ristorazione in franchising

In piena emergenza coronavirus, quando le serrande di tutti i 22 ristoranti-birreria in stile bavarese sono abbassate, la storia di Löwengrube, una delle più promettenti catene italiane di ristorazione in franchising, diventa un romanzo, il 9° titolo della collana “La bellezza dell’impresa”, edita da Rubbettino e diretta dal giornalista economico Adriano Moraglio.

Pensato per celebrare il 15° anniversario dall’apertura del primo locale a Limite sull’Arno, inaugurato il 29 settembre 2005, in un anno emblematico come il 2020, primo di un piano di sviluppo a cinque anni che prevede di triplicare i punti vendita, il libro “Una vita da leoni” debutta in anticipo in forma digitale, scaricabile gratuitamente dal sito dell’azienda e dal sito dell’editore: https://lowengrube.it/ebook/

Il successo di Löwengrube, ma anche e soprattutto dei due giovani fondatori animati da un grande spirito imprenditoriale, è costellato di ostacoli da superare. È il risultato di una costante ricerca di soluzioni a problemi, intoppi, ostacoli piccoli e grandi, a volte prevedibili altre totalmente inattesi, “come questo insidioso virus che ci ha imposto una battuta d’arrestoche mai ci saremmo immaginati anche solo poche settimane fa” (P. Nicastro). Ed è anche un successo di squadra, arrivato a dar lavoro a 350 persone nei 22 locali – bierstube, klein e wagen – sparsi intutta Italia. È una storia da condividere, con tutte le sue difficoltà, come contributo alla fiducia nella ripresa del nostro Paese e che potrà magari alimentare la fiammella imprenditoriale nei giovani capaci di pensare al “dopo”.