Un paese senza leader, il nuovo libro di Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera, in anteprima assoluta in Confimprese

(Milano, 9 febbraio 2018) – Il 9 febbraio, in anteprima assoluta e con una settimana di anticipo sull’uscita ufficiale, Confimprese ha avuto il privilegio di avere ospite Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera, che ha presentato a una platea selezionata di imprese associate il suo nuovo libro Un paese senza leader (ed. Longanesi).

Il direttore del Corriere ha dialogato con il presidente Confimprese Mario Resca mettendo a fuoco le criticità di un Paese sull’orlo del burrone, che scrive «è arrivato al traguardo delle elezioni politiche del 4 marzo con un sistema frantumato, diviso, affollato di partiti e partitini che invocano le virtù del proporzionale. Ci sono piaciuti tanto Emmanuel Macron, la sua sfida e la sua ascesa rapidissima alla guida della Francia. Molti, a destra e a sinistra, si sono sentiti dei Macron in pectore. Ma diciamocelo con franchezza: anche se all’orizzonte spuntasse un leader, e al momento non se ne vedono, sarebbe subito neutralizzato da un sistema politico e istituzionale che sembra confezionato su misura per impedire l’ascesa di una personalità e l’affermazione di una nuova prospettiva».

È una fotografia durissima quella che Fontana ha delineato nel suo nuovo libro e che ritrae un’Italia mediocre, destinata a non avere nessun vero leader. «Non può finire così era il primo titolo che avevo proposto alla Longanesi – ha chiosato Fontana a imprenditori e manager riuniti in Confimprese per ascoltarlo –. Me lo hanno bocciato come ispirazionale. Credo avessero ragione».