Mario Resca, Confimprese: «Il 25 aprile aperto il 95% dei negozi»

(Milano, 23 aprile 2018) – Serrande alzate il 25 aprile per la quasi totalità dei retailer Confimprese che, con 30mila punti vendita, 600 mila addetti e 148,5 miliardi di euro di fatturato, spinge l’acceleratore sulla totale liberalizzazione del mercato.

«I negozi devono stare aperti quando i cittadini sono in festa e riempiono le strade – commenta Mario Resca, presidente Confimprese –. Il 95% delle nostre catene di fashion, intimo e calzature come Conbipel, Primadonna, Miniconf, Yamamay, Carpisa, Tally Weijl resterà aperto il 25 aprile. Il nostro Paese sta vivendo una stagione molto positiva per gli incoming di turisti stranieri, che vengono a visitare le nostre città da tutto il mondo, ma noi non abbiamo una politica sul turismo e nemmeno infrastrutture adeguate. Sindacati, comuni, legislature dovrebbero cogliere i segnali di cambiamento e sostenere una maggiore flessibilità in tal senso. Chiudere i negozi sarebbe un danno enorme ma soprattutto un regalo ad Amazon».

Previsioni più caute sul 1 maggio. «Alcuni centri commerciali – prosegue Resca – soprattutto in Emilia Romagna e Toscana, saranno chiusi e di conseguenza i nostri negozi saranno obbligati a tenere le saracinesche abbassate. Rischiando di vanificare i numeri ottenuti la settimana precedente».