Esonero contributivo per nuove assunzioni: la Legge di Bilancio risponde alle dinamiche delle catene retail

Esonero contributivo per nuove assunzioni: la Legge di Bilancio risponde alle dinamiche delle catene retail

(Milano, 23 dicembre 2017) – Confimprese plaude l’approvazione dell’articolo 16 della Legge di Bilancio (incentivo strutturale all’occupazione giovanile stabile) che prevede l’esonero contributivo per i datori di lavoro che non abbiano nei sei mesi precedenti effettuato licenziamenti, in una formulazione che tiene conto delle esigenze del moderno commercio a catena.  Il legislatore ha infatti accolto la richiesta avanzata da Confimprese di prendere in considerazione la singola unità produttiva anziché l’intera azienda. Nel retail infatti i licenziamenti sono fortemente legati all’andamento del mercato locale e alle dinamiche del singolo punto vendita: un operatore decide di chiudere negozi esistenti e aprirne dei nuovi anche in base a fattori esterni quali per esempio il rinnovo dei  contratti di locazione. Nel retail le risoluzioni del rapporto di lavoro sono infatti condizionate da una serie di fattori non sempre nella sola disponibilità decisionale dell’imprenditore, come scadenza affitti o esigenze locali.