Resca, Confimprese: «Bene intervento Autorità Garante su chiusure negozi a Trento»

Milano, 8 settembre 2020 – Confimprese plaude l’iniziativa di AGCM sull’obbligo delle chiusure domenicali dei negozi introdotto lo scorso 3 luglio dalla Provincia autonoma di Trento. L’Autorità Garante prefigura un profilo di incostituzionalità in contrasto con i principi di liberalizzazione sanciti a livello europeo e nazionale.

«Le restrizioni alla libertà degli operatori in materia di orari e di apertura degli esercizi commerciali ostacolano il commercio, già in ginocchio a causa del Covid 19 e non sono giustificate da ragioni di efficienza per gli operatori, né da particolari interessi pubblici. Tornare a normare le domeniche sarebbe un attacco alla libertà di scelta per i consumatori e per questo sosteniamo con forza i valori dell’iniziativa privata, del mercato, della libera concorrenza e della cultura industriale e commerciale» così Mario Resca, presidente Confimprese.

L’Osservatorio Confimprese-EY sui consumi in luglio rileva in Trentino una flessione del -28% su luglio 2019 e del -40% nei primi 7 mesi dell’anno sullo stesso periodo 2019. Chiudere i negozi nei giorni festivi significherebbe dare un’ulteriore stangata al commercio.