Mario Resca, presidente Confimprese, esprime cautela su andamento consumi nei prossimi mesi

Milano, 10 aprile 2024 – I dati Istat sulle vendite al dettaglio a +0,1% nel mese di febbraio su gennaio registrano un leggero positivo, ma è presto per tirare le somme.

«Il mese di febbraio si inserisce ancora in un contesto di sostanziale stagnazione dei consumi, sia pure in recupero di qualche punto percentuale rispetto a un gennaio partito male – riflette Mario Resca, presidente Confimprese –. Sulle famiglie pesa il costo del denaro gravato dai prezzi degli energetici e dei carburanti ancora elevati. Nei settori merceologici preoccupa un possibile rallentamento della ristorazione. Occorre ancora prudenza, in quanto la situazione economica è ancora piatta e non permette di vedere la luce in fondo al tunnel. Per i prossimi mesi è necessario valutare con attenzione sia i fattori esogeni come l’arrivo delle temperature primaverili che possono incidere sulle abitudini di consumo degli italiani, sia le variabili macro-economiche, soprattutto in relazione alle decisioni della Bce sui tassi di interesse rimandati al mese di giugno».