Accordo creditizio tra Confimprese e Banco BPM per il supporto al franchising

Accordo creditizio tra Confimprese e Banco BPM per il supporto al franchising

Accordo creditizio tra Confimprese e Banco BPM per il supporto al franchising

 (Milano, 15 maggio 2018) – Confimprese, l’associazione retail che raggruppa 300 marchi commerciali. 30mila punti vendita e 600mila addetti con un fatturato di 148,2 miliardi di euro tra franchising e reti dirette, e Banco BPM, oggi la terza banca del Paese nata dalla fusione di Banca Popolare di Milano e Banco Popolare, hanno delineato un percorso preliminare per giungere alla definizione di un accordo per supportare, con la massima ampiezza, l’espansione delle imprese associate.

In questo quadro, Banco BPM si rende disponibile a individuare ambiti di confronto per valutare e approfondire possibili collaborazioni sia attraverso plafond dedicati al sostegno finanziario per la crescita, interna ed esterna, e per lo sviluppo delle reti di vendita, sia per mezzo di servizi come la consulenza su acquisizioni e fusioni, apertura del capitale e altri strumenti più innovativi per la crescita aziendale.

A queste iniziative potrebbero inoltre aggiungersi, a condizioni specifiche per le imprese associate, proposte per soluzioni di servizio a valore aggiunto, sia nell’ambito dei servizi di incasso e pagamento, sia in ambito di servizi evoluti/digitali, insieme all’attuazione di iniziative nazionali e locali, sviluppate in modo congiunto, nel perimetro degli accordi di collaborazione.

«L’avvio di questo percorso insieme a Confimprese – sottolinea Luca Manzoni, responsabile corporate di Banco BPM – testimonia l’impegno che quotidianamente dedichiamo a tutte le espressioni dell’imprenditoria del nostro Paese. Il mondo di Confimprese rappresenta infatti un tessuto di aziende ricche di potenzialità che meritano di essere valorizzate con gli strumenti più efficaci. La collaborazione con Confimprese si prefigge di assistere nel modo migliore le aziende favorendone lo sviluppo sia per mezzo di finanziamenti dedicati, sia attraverso l’elaborazione di un’offerta di prodotti e servizi di consulenza specificamente pensata per le imprese associate».

Con questi presupposti e obiettivi, Confimprese e Banco BPM intendono concorrere nell’individuazione di criteri e requisiti condivisi, allo scopo di elaborare un accordo di collaborazione commerciale che contempli le soluzioni di finanziamento migliori e i servizi più adatti tra quelli messi a disposizione da Banco BPM.

«L’ostacolo maggiore per l’avvio di un’attività commerciale – dichiara Mario Resca, presidente Confimprese – è lo stanziamento di capitali iniziali. L’accesso al credito di Banco BPM consente alle nostre imprese di aprire nuovi punti vendita e creare occupazione, soprattutto giovanile, in un momento in cui l’Italia è maglia nera in Europa sul fronte occupazionale. Quest’anno apriremo oltre 1000 esercizi con 10mila nuovi addetti. Il retail è un settore labour intensive che necessita di capitali freschi per incrementare la rete di vendita e sostenere i consumi».

Per informazioni: tel. 02-89013233 – l.galdabini@confimprese.it