Assistenti digitali e retail: 5 case history per farsi ispirare

Come 5 brand internazionali del mondo retail hanno sfruttato le potenzialità di Chatbot e assistenti vocali digitali per il loro business.

Fashion, Food o Intrattenimento: qualunque settore del mondo retail ha la possibilità di sfruttare le possibilità che gli assistenti digitali del momento mettono a disposizione. Vediamo 5 esempi di alcuni brand retail internazionali.

Domino’s Pizza

Dom è il Chatbot di Domino’s Pizza disponibile su Facebook Messenger. Per dar via alla conversazione gli utenti possono semplicemente scrivere “Pizza” a Dom e completare il proprio ordine in pochi passaggi personalizzandolo per esempio aggiungendo o togliendo determinati ingredienti. Attraverso Dom, gli utenti possono anche restare aggiornati sullo stato del proprio ordine ed effettuarne il tracking.

LEGO

La scelta del regalo giusto a volte può essere davvero complicata. Per questo LEGO, in collaborazione con Facebook Creative Shop e Edelman ha creato Ralph the Gift Bot: un Chatbot disponibile sull’App Messenger di Facebook in grado di fornire raccomandazioni ai propri utenti sul regalo perfetto. Per raggiungere il giusto target, LEGO ha creato specifici annunci pubblicitari su Facebook e Instagram in UK, Francia, Polonia e Germania riuscendo a diminuire il CPC del 31% rispetto ad altre tipologie di annunci pubblicitari e un 6X di ritorno sulla spesa pubblicitaria in alcuni mercati.

Marks & Spencer

In occasione delle festività natalizie, Marks & Spencer ha utilizzato Facebook Messenger per aiutare i propri clienti a realizzare il menù di Natale perfetto. Gli utenti sono stati guidati in tutto il processo d’acquisto in modo personalizzato: dalla fase di considerazione alla scelta e acquisto vero e proprio delle specialità culinarie offerte dal brand. In questo modo Marks & Spencer è riuscito a incrementare le vendite da mobile registrando un aumento del 21% sul valore degli ordini attraverso Messenger.

Tommy Hilfiger

Con l’obiettivo di creare un’esperienza divertente, memorabile e interattiva, Tommy Hilfiger ha creato un Chatbot interamente integrato su Facebook Messenger. Gli utenti possono scoprire i diversi prodotti e collezioni partendo da un breve elenco di categorie fra cui scegliere. Trovato il capo d’abbigliamento da acquistare, l’utente ha la possibilità di scoprirne i dettagli o aggiungerlo al proprio carrello che ritroverà collegandosi al sito Web.

Starbucks

Nel febbraio 2017, Starbucks ha lanciato un sistema per effettuare ordini dei propri prodotti esclusivamente tramite comandi vocali attraverso Alexa. Per aggirare la mancanza di interfaccia grafica, Alexa invita gli utenti a scegliere fra uno degli ultimi 10 store in cui è stato effettuato un ordine in precedenza, selezionandolo tramite una precisa istruzione vocale.

Smartphone shopper e assistenti digitali: 5 insight del consumatore onlife di domani

Smartphone shopper e assistenti digitali: 5 insight del consumatore onlife di domani

Scarica la guida