3 esempi per ispirare le tue campagne di Marketing esperienziale

Mentre molte aziende continuano a spendere ingenti somme per campagne Adv, il Marketing esperienziale aggiunge un’importante componente emozionale che porta i consumatori a parlare dei Brand in modi del tutto nuovi.

Lo scenario retail moderno spinge molti Brand a dover competere in modo incessante per attrarre l’attenzione di ciascun singolo Cliente. Una soluzione sempre più sotto i riflettori è il Marketing esperienziale.

Secondo un recente studio Freeman Global Brand Experience, è appunto emerso che oltre un terzo dei CMO ha dichiarato di voler spendere dal 21% al 50% del budget proprio in campagne di Marketing esperienziale nei prossimi anni. Tra le esperienze segnalate troviamo le fiere, le mostre, le esperienze di Realtà Virtuale o Realtà Aumentata e i pop-up store.

Per ispirare le tue prossime attività, abbiamo raccolto alcune delle più interessanti campagne di Marketing esperienziale. Scopriamole insieme.

Amazon

Il colosso dell’eCommerce ha fatto colpo quando ha consegnato una scatola di 20 metri al The Grove di Los Angeles. All’apparenza sembrava una comune scatola che Amazon utilizza per le sue spedizioni, solo molto più grande. Sulla scatola era impresso uno “SmileCode” che, scansionato con la App di Amazon, permetteva alle persone di accedere a una landing page che ospitava un video e un biglietto scontato per il film “Jurassic Park: Fallen Kingdom”. Ma non è tutto: durante i giorni della campagna se gli utenti chiedevano ad Amazon Alexa “Cosa c’è nella scatola?” potevano sentire il ruggito di un dinosauro. All’evento dal vivo con le star del film Chriss Pratt e Bryce Dallas Howard, è stato rivelato il contenuto della scatola: un gigantesco T-Rex.

L’Occitane

L’azienda francese è riuscita a portare un pizzico di Provenza nel cuore di New York grazie all’apertura del flagship store sulla 5th Avenue. Lo store, di oltre 170 mq, integra la tecnologia VR: i Clienti possono visitare il sud della Francia su una mongolfiera virtuale oppure girare per i vicoli francesi a bordo di una bicicletta. Il negozio comprende anche un’area interattiva dedicata alla consulenza dove potersi rilassare sotto un albero di ulivo.

Ikea

Nel 2011, Ikea ha ospitato un vero e proprio pigiama party nel 2011 all’interno di uno dei suoi negozi del Regno Unito in risposta a un gruppo di fan su Facebook chiamato “I wanna have a sleepover in Ikea” (Voglio fare un pigiama party in Ikea). Quasi 100.000 persone si sono unite al gruppo e Ikea ha dato a 100 di loro la possibilità di trascorrere effettivamente una notte presso lo store. I fortunati hanno potuto usufruire di un servizio manicure e massaggi così come addormentarsi grazie alla favola della buonanotte letta da una star di un programma reality. Durante l’evento, un esperto del sonno era a disposizione per offrire consigli e per aiutare i partecipanti a scegliere un nuovo materasso.

Le best practice per pianificare una campagna di Marketing esperienziale

Le best practice per pianificare una campagna di Marketing esperienziale

Scarica la guida