Retail business in India: in che modo le tecnologie digitali cambiano il settore?

Il commercio, sia all'ingrosso che al dettaglio, rappresenta una grande parte dell'economia indiana e sta acquisendo sempre più rilevanza. Il settore rappresenta infatti il 10% del PIL e l'8% dell'occupazione.

Nonostante le sue dimensioni, gran parte del settore retail indiano è dominato da piccoli negozi a conduzione familiare, i cosiddetti mom-and-pop store. Oltre l'80% di tutti i punti vendita in India, per lo più imprese individuali o negozi a conduzione familiare, fanno parte dell'economia informale basata sulla liquidità, che il governo indiano definisce "impegnata nella produzione di beni o servizi con l'obiettivo primario di generare occupazione e reddito per le persone interessate ". Ciò si confronta con il 55% dei rivenditori in Cina e il 35% in Brasile.

I mom-and-pop store non sono solo un fenomeno rurale. Delle 231 milioni di micro, piccole e medie imprese commerciali dell'India, il 53% si trova nelle aree urbane. Dei 390 milioni di persone impiegate da queste imprese, il 59% si trova nelle città.

La tecnologia digitale sotto forma di eCommerce sta cambiando il settore. Il ritmo di crescita ha accelerato negli ultimi anni, in coincidenza con l'aumento del commercio online. Tra il 2006 e il 2011, il commercio è cresciuto in media del 7,7%, mentre il PIL è cresciuto del 7,2%. La crescita del settore è poi salita all'8,9% dal 2012 al 2017, mentre la crescita del PIL è rallentata al 6,5 percento. Questa seconda e più veloce fase di crescita ha coinciso con un forte aumento del commercio elettronico indiano, da circa 2 miliardi di dollari nel 2012 a 20 miliardi di dollari entro il 2017, suggerendo che le vendite online non stanno solo cannibalizzando le attività tradizionali.

Secondo quanto stimato da McKinsey, la crescita dell'eCommerce supererà le vendite negli store fisici per molti anni e la quota digitale del commercio globale in India aumenterà dal 5% al 15% circa entro il 2025. Le tecnologie digitali stanno aumentando rapidamente influenzando il settore del retail; scopriamo in che modo.

I pain point per piccoli e grandi retailer

I retailer più piccoli quelli dell’economia informale spesso devono far fronte a un accesso limitato al credito perché conducono la loro attività in contanti e non creano il tipo di documentazione finanziaria verificabile necessaria per dimostrare la loro affidabilità creditizia. Ciò può limitare la loro capacità di prendere in prestito denaro per ampliare o aumentare il capitale circolante per rimborsare debiti in scadenza, crolli di imprese ed emergenze stagionali, o anche per finanziare operazioni quotidiane come rifornire le scorte o pagare le bollette.

I piccoli retailer hanno un potenziale di crescita limitato anche perché attraggono solitamente i Clienti solo da un’area limitata, e la loro crescita delle entrate dipende dall’affluenza e dalla domanda locale. La produttività in negozio tende ad essere bassa perché spesso si utilizzano moduli e registri cartacei per ordinare le forniture, tenere traccia delle scorte e così via.

Dall’altra parte i retailer più grandi affrontano sfide differenti. Per esempio, i loro modelli di business a forte capitalizzazione si basano su posizioni fisiche di grandi dimensioni che richiedono personale e livelli di inventario elevati. Le transazioni a senso unico forniscono loro dati minimi o nulli che potrebbero aiutarli a migliorare le esperienze in negozio o fidelizzare i Clienti, ma la tendenza è ancora quella di fare affidamento su pratiche di marketing tradizionali che non sono mirate e quindi spesso inefficaci. Pochi dei grandi retailer indiani modificano i prezzi in risposta alla domanda e all’offerta o tentano di persuadere i Clienti con attività di cross-selling e up-selling.

In che modo le tecnologie digitali possono alleviare i pain point dei retailer?

Aiutati dalla crescente disponibilità di connettività digitale ad alta velocità, dal crescente numero di smartphone e dall’adozione di politiche accomodanti da parte del governo, le tecnologie digitali possono connettere perfettamente venditori e acquirenti. I retailer, sia piccoli che grandi, otterranno un vantaggio significativo dall’adozione delle tecnologie digitali. Di seguito vi presentiamo alcune delle applicazioni digitali più importanti.

  • Acquisto e vendita online: l’eCommerce offre una connessione diretta con i consumatori, integrando i negozi fisici.
  • Gestione del magazzino e dell’inventario: software per laptop o tablet possono aiutare i rivenditori a conservare i loro conti, pagare i fornitori, gestire l’inventario e fatturare i clienti; il tutto generando dati che possono fornire informazioni su come migliorare la produttività.
  • Marketing digitale: le piattaforme commerciali possono inserire pubblicità mirate, generare lead, analizzare l’efficacia delle campagne e fare raccomandazioni supportate da dati sullo sconto e altre decisioni di gestione.
  • Applicazioni digitali all’interno del negozio: i rivenditori stanno portando la tecnologia digitale nei loro negozi in diversi modi. Alcuni usano soluzioni di realtà aumentata per permettere agli acquirenti di vedere come un capo potrebbe apparire su di loro senza che sia necessario indossarlo fisicamente. Altri hanno creato negozi virtuali: display bidimensionali di generi alimentari o altri prodotti, ciascuno con un codice QR, in cui i Clienti effettuano un acquisto mediante la scansione del codice; i prodotti fisici vengono quindi consegnati alle loro case.
  • Finanziamento: le applicazioni digitali creano automaticamente i dati di ricavo e di costo su cui i creditori possono contare per valutare con maggiore precisione l’affidabilità creditizia. Ciò può facilitare ai rivenditori l’accesso al credito.
  • Pagamenti digitali: United Payments Interface, il servizio di trasferimento di denaro interbancario e portafogli digitali come Paytm sono opzioni card-free per effettuare o ricevere pagamenti digitali. Usarli al posto di denaro contante crea anche dati sulle entrate e sulle spese e può aiutare i rivenditori ad ampliare le loro basi Clienti e ridurre il costo della gestione del contante.

Conclusioni

Le innovazioni digitali porteranno a una profonda rivoluzione del settore retail in India per come è attualmente strutturato. Pochi rivenditori saranno in grado di evitare gli effetti della digitalizzazione e le aziende di tutte le dimensioni dovranno imparare come sfruttare la tecnologia per connettersi con i propri Clienti, automatizzare i processi interni e analizzare i dati raccolti dai profili dei consumatori, dagli ordini online e dai pagamenti digitali.

Il consumatore Indiano. Profilo e motivazioni

Il consumatore Indiano. Profilo e motivazioni

Scarica la guida