Investire in Francia: qual è il profilo del consumatore francese?

Dalla mentalità indipendente e diffidente nei confronti del digital marketing, il consumatore francese è determinato nel far valere la propria identità online e offline. Per tutte le aziende che desiderano conquistarlo, queste caratteristiche sono una vera e propria sfida.

I consumatori in Francia sono stanchi di essere considerati dalle aziende come un semplice punto di contatto in un database e pretendono che la propria vita online sia umana e personalizzata.

I consumatori francesi abbracciano la tecnologia, ma alle loro condizioni. - afferma Emmanuel Hembert, advisory lead, consumer & retail, KPMG Francia - Sono entusiasti dell’eCommerce e del mondo digitale, ma vogliono trarne tutti i benefici mantenendo al tempo stesso la propria individualità”.

L’eCommerce dal punto di vista del consumatore francese

Nonostante il carattere diffidente, i consumatori francesi apprezzano i servizi online in grado di soddisfare le loro esigenze; tanto è vero che la Francia è tra i primi cinque paesi al mondo con il maggior numero di eShopper. In effetti, la Francia è stato uno dei primi paesi ad aprirsi al mondo eCommerce: i consumatori francesi hanno iniziato ad accedere ai servizi online e fare acquisti di prodotti nel 1981; oggi l’infrastruttura per l’accesso online e i pagamenti sicuri è considerata una delle più avanzate.

Con tre decenni di storia nell’eCommerce, non sorprende che gli eShopper che acquistano online non sono appartenenti esclusivamente alla generazione dei Millennial: secondo KPMG, il 75% delle persone di età superiore ai 65 anni acquista regolarmente online.

Una caratteristica di cui tenere sicuramente conto è che i consumatori francesi sono, più che in qualsiasi altro paese sviluppato, desiderosi di essere i primi a provare un nuovo gadget; peculiarità dovuta sia alla loro familiarità con la tecnologia sia al desiderio di esprimere la loro personalità attraverso gli acquisti. In relazione a questo aspetto, i francesi si rivelano pronti ad acquistare da retailer online anche al di fuori dalla Francia (principalmente da UK, Germania, Stati Uniti e Cina) con l’obiettivo di accedere a prodotti unici.

Dati e pubblicità: le criticità e le opportunità

La ricerca condotta da KPMG per il report “Me, My Life, My Wallet” evidenzia che il consumatore francese non ama la pubblicità aggressiva e vuole che i prodotti acquistati siano davvero un’estensione della propria personalità (soprattutto per quanto riguarda l’abbigliamento, la categoria d’acquisto più popolare grazie alle spedizioni gratuite e resi più semplici anche in negozio). Per questo motivo, le aziende che desiderano avvicinarsi alla clientela francese devono essere in grado di sviluppare messaggi molto più sofisticati.

Per quanto riguarda le questioni legate alla privacy e al diritto di utilizzo dei dati, è importante sottolineare che i consumatori francesi sono molto consapevoli del valore dei propri dati personali per le aziende. Sono più propensi a dare il consenso al trattamento dei dati, ma in cambio di prodotti o servizi personalizzati.

Conclusioni

Comprendere i consumatori francesi e le motivazioni che lo spingono all’acquisto non è facile, ma seguendo le intuizioni riportate in questo articolo è possibile accedere con successo a uno dei primi cinque mercati online del mondo.

Profilo e motivazioni d'acquisto del consumatore francese

Profilo e motivazioni d'acquisto del consumatore francese

Scarica l'eBook