BIG DATA E RETAIL

Nel retail risulta essere sempre più interessante l'utilizzo dei Big Data per migliorare le proprie performance economiche, ma in che modo è possibile tutto questo?

Per Big Data si intende la capacità di raccogliere e analizzare un'enorme mole di dati eterogenei allo scopo di scoprire correlazioni e legami per prevedere futuri comportamenti o trend.

Applicare l'utilizzo dei Big Data nel retail vuol dire concretamente conoscere il comportamento dei consumatori, creare dei consigli personalizzati, progettare prodotti su misura, il tutto attraverso una raccolta dati che avviene quotidianamente nei diversi touchpoint quali sito web, app, store fisico o altro ancora.

Un recente caso di successo nell'utilizzo dei Big Data viene da H&M, che utilizzando e analizzando i dati raccolti a Berlino, ha lanciato una linea dedicata solo alla clientela della città e presente esclusivamente negli 8 store della capitale tedesca.

La collezione prevede dei capi disegnati sulla base dai dati raccolti in precedenza, che hanno permesso di identificare nuovi trend, in merito a gonne, trench e altri; tutto ciò ha garantito una produzione on-demand che ha seguito i desideri dei consumatori, ma allo stesso modo ha inciso nell'efficienza della produzione, stabilendo solo delle quantità definite di prodotto.

Massimiliano La Rocca - B3innovation

https://www.fashionblog.it/post/585351/h-m-svolta-local-la-prima-collezione-dedicata-a-berlino