Il Decreto “Ristori” approvato in data 27 ottobre 2020 c.d. prevede che le imprese dei settori oggetto delle nuove restrizioni riceveranno contributi a fondo perduto con la stessa procedura già utilizzata dall’Agenzia delle entrate in relazione ai contributi previsti dal decreto “Rilancio” (decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34).
Potranno presentare la domanda anche le attività che non hanno usufruito dei precedenti contributi, mentre è prevista l’erogazione automatica sul conto corrente, entro il 15 novembre, per chi aveva già fatto domanda in precedenza. L’importo del beneficio varierà dal 100 per cento al 400 per cento di quanto previsto in precedenza, in funzione del settore di attività dell’esercizio.
Si attende un provvedimento da parte del direttore dell’’Agenzia delle entrate che definisca le modalità e termini di presentazione delle istanze.
In conclusione, sulla base di una analisi letterale della norma e ancora in attesa di chiarimenti applicativi, possiamo affermare che potete provvedere alla presentazione dell’istanza per la richiesta del contributo a fondo perduto.