[17 marzo 2020] Per quanto riguarda i massimali della cassa integrazione in deroga non si ravvisano variazioni nella quantificazione dell'indennizzo, che continua ad essere dell'80% della retribuzione globale che sarebbe spettata al dipendente entro i massimali stabiliti per il 2020, ovvero così come indicati dall’INPS nella circolare n. 20/2020:
  • lavoratori con retribuzione mensile inferiore o pari ad euro 2.159,48 (compresi i ratei delle mensilità aggiuntive): euro 998,18 lordi che, al netto del 5,84%, sono pari ad euro 939,89;
  • lavoratori con retribuzione mensile superiori ad € 2.159,48 (compresi i ratei delle mensilità aggiuntive): euro 1.199,72 lordi che, al netto del 5,84%, sono pari ad euro 1.129,66.